Accademia di Belle Arti di Verona
Anno Accademico 2017-2018

Disciplina: Scenografia

TEATRO DI FIGURA

Tziga Vertov

L’UOMO CON LA MACCHINA DA PRESA

Vertov 7

Il cine-occhio di Tziga Vertov ci guida a scoprire la vita brulicante di una metropoli e dei suoi protagonisti, nei primi anni del “900, lungo un’intera giornata, registrando le immagini delle persone comuni che la abitano, i mezzi di trasporto, le strade vuote o brulicanti di folla, le sue architetture.
Contemporaneamente le riprese cinematografiche indagano il lavoro stesso dell’operatore, messo fisicamente in scena mentre riprende la vita urbana, così come la montatrice del film, mostrata al lavoro in moviola, in un cortocircuito autoriflessivo che smonta il gioco del cinema nel continuo passaggio tra l’immagine e il dispositivo che la genera.
Un gioco che non si esaurisce qui ma che si realizza nelle innumerevole sperimentazioni tecniche ed estetiche presenti nel film: alla ricerca di un linguaggio “autonomo dalla letteratura e dal teatro”, come annunciato nelle didascalie iniziali, Vertov agisce sulle forme cinematografiche esibendo sovraimpressioni, split-screen, deformazioni, fermi immagine, sequenze accelerate e rallentate.
Il linguaggio vorticoso esibito nei manifesti dei Kinoki diventa immagine in movimento e passa in rassegna tutte gli strumenti espressivi messi in campo dall’avanguardia.

Si chiede agli studenti un confronto ed un progetto sulla metropoli contemporanea a partire dalla visione di questo film per addentrarsi con passione all’analisi di artisti, registi e scrittori che si sono confrontati con il tema immenso della visione della città.

Un progetto che sfiora ambiguamente il tema dell’architettura della città,
e che invece vuole smontarne il senso logico, affrontandolo dai punti di vista dissolti,
polemici e imprevedibili di artisti come Pier Paolo Pasolini, Andy Wharol,
Edward Hopper, Jenny Holzer, Fernando Pessoa,
Francesco Rosi, Wim Wenders, Federico Fellini, Aki Kaurismaki.

Metodo didattico e modalità di valutazione

L’ obiettivo del corso è quello di dare agli studenti temi, materiali di ricerca, esempi e possibilità di sistemi di lavoro, attivandoli soprattutto ad un metodo creativo, basato sulle capacità personali e specifiche e non alla semplice fruizione di tecniche.
Sarà guidato in maniera molto aperta e libera, provando e ricercando strade anche non necessariamente semplici e di facile fruizione, ma opportunamente legate alle diverse personalità.

Da vedere:

Tziga Vertov  L’uomo con la macchina da presa
Film indipendente – produzione Kinoglaz 1929

Aki Kaurismaki  L’uomo senza passato
Produzione Aki Kaurismaki – Bavaria Film 2002

Wim Wenders   Il Cielo sopra Berlino
Road movies – Argos film productions 1987

Wim Wenders  Alice nelle città
Produzione Filmverlag der Autoren 1974

Da leggere:

Aldo Rossi   L’Architettura della Città
Marsilio editore

P.P.Pasolini   La Lunga Strada di Sabbia
Contrasto editore

Vincenzo Trione  Effetto Città – Arte Cinema Modernità
Bompiani editore

Gabriele Basilico  Appunti di un viaggio
Peliti associati editore

Gabriele Basilico   Architetture,città,visioni
Bruno Mondadori Editore

Frans Masereel    Un viaggio appassionato
Mazzotta Editore