Accademia di Belle Arti di Verona
Anno Accademico 2018/2019
Disciplina: Scenografia

William Shakespeare

MACBETH

 
Workshop "Macbeth" Accademia di Belle Arti di Verona

“… Atto PrimoScene 1: a desert place. “
 

Il nulla e il vuoto appaiono nella prima scena di Macbeth, presentandoci la “magnifica cattiveria “che in parte ci appartiene. Il fascino poetico del testo, la sua forza drammatica e le sanguinose rivelazioni scavano i profondi territori dell’esistenza.
Macbeth è un trattato sulla parte più oscura del cuore degli uomini: indispensabile esperienza di ricerca sul “vuoto cosmologico”, sull’architettura del nulla, dell’opera più terribilmente immaginifica di Shakespeare.

 

Da leggere:

Macbeth di W.Shakespeare
I Sommersi e I Salvati di P.Levi

Da vedere:

Macbeth di R.Polansky
Il Trono di Sangue di A.Kurosawa
Macbeth di O.Welles

Workshop "Macbeth" Accademia di Belle Arti di Verona 1

 

Il mondo magico e simbolico di Macbeth diventa palestra per sperimentare il proprio progetto di messa in scena.
Con questo workshop si vuole avviare uno studio sulle diverse e possibili scelte artistiche legate alle arti performative, per sviluppare una propria capacità progettuale all’interno del sistema delle arti e del teatro contemporaneo.

La scenografia in questo senso, non è solo l’ambiente necessario e vincolante del teatro e del cinema, spesso confuso o abbinato alla decorazione pittorica, ma è sempre più il luogo delle contaminazioni e delle relazioni tra le varie arti. Le arti figurative, gli happening e le performance, la video arte, la land art, la fotografia, il cinema stesso si permeano strettamente tra loro, grazie non solo alle nuove tecnologie ma al mutamento profondo del punto di vista dello spettatore e dell’artista.
Tutta l’arte contemporanea usa l’installazione come ambiente dove far accadere l’opera d’arte e la scenografia diventa segno ed elemento che condiziona e determina le scelte registiche e attoriali.
Il cinema è mutato profondamente ed apre al teatro fronti impensati offrendo diversi strumenti di lettura dei testi teatrali e differenziati punti di vista allo spettatore.

Il workshop per questi motivi ha come obiettivo quella di diventare un laboratorio permanente di sperimentazione per studenti dell’Accademia, per fornire loro proposte e aiutare a sviluppare concretamente progetti di lavoro, in vista delle scelte successive.
Il percorso formativo è quello di un laboratorio che possa far sperimentare ai ragazzi non solo l’evento artistico che nasce sul palcoscenico ma anche quello legato alle forme artistiche, per capire come viene strutturato un set cinematografico, un allestimento teatrale, una installazione di arti figurative, plastiche e performatiche in genere.
Verranno ripercorsi alcuni temi tradizionali, quali lo studio del bozzetto e del progetto scenografico, legando il lavoro all’analisi del testo ed alla sua scansione drammatica in scene o in atti o movimenti.  A partire da segni, disegni, appunti, schizzi di lavoro, si aprono strade a problemi più complessi legati alla prospettiva, alla composizione, alla luce, all’illuministica, alla scenotecnica ed alla messa in scena.
Si utilizzeranno oltre al disegno a mano libera, elemento determinante e imprescindibile, attrezzature informatiche e tecniche, programmi legati alla produzione di un progetto digitale e video per la messa in scena dello spettacolo: in particolare la macchina fotografica digitale aiuterà a  predisporre delle piccole creazioni di allestimenti scenici, capaci di ricreare in scala ridotta quella che sarà poi la scena sul palcoscenico reale e comprenderne i segreti e le possibilità di applicazione.

Verranno affrontati i seguenti argomenti:

.  analisi di un testo o di un racconto da sviluppare scenicamente
.  il disegno e il bozzetto di scena
.  la luce e lo studio con la macchina fotografica
.  la tecnica del collage nella progettazione
.  creazione di piccoli teatri in scala per le prove
.  piccoli movimenti scenici e studio della struttura drammaturgia
.  uso della telecamera e montaggio di piccoli filmati
.  linguaggi semplici di animazione (stop motion) e studio della story board
.  presentazione e discussione di un proprio progetto e metodologia di comunicazione
.  studio delle poetiche di artisti contemporanei legati al teatro ed alle altre discipline artistiche