Figura atipica nel panorama teatrale italiano, Antonio Panzuto è un demiurgo gentile, un artista della scena che sfugge alle etichette con sorridente discrezione. Le sue macchine teatrali sono abitate da oggetti e figure azionate a vista tramite grovigli di fili mescolando legni e metalli, corde e tessuti, produce visioni secondo i segreti dettami di una drammaturgia pittorica che procede per affinità e corrispondenze più che per nessi logici o narrativi.

2016: Premio Le Maschere del Teatro Italiano, Miglior Scenografia Il Deserto dei Tartari
2020: Premio Associazione Nazionale Critici di Teatro, Miglior Scenografo

 An atypical figure in the Italian theatre outline, Antonio Panzuto is a gentle demiurge, a scene artist escaping from labels with a smiling discretion. His theatrical machines are inhabited by objects and characters moved by an entanglement of wires. By mixing wood and metal, ropes and cloth, the artist gives birth to visions that follow the secret dictates of a pictorial dramaturgy that proceeds by affinities and correspondences rather than by logical or narrative connexions
2016: Le Maschere del Teatro Italiano Award, Best Scenography The Desert of the Tartars
2020: National Theatre Critics Assocition Award, Best Scenographer
 Antonio Panzuto est une figure atypique dans le panorama théâtral italien, un démiurge gentil, un artiste de la scène qui échappe aux étiquettes avec une discrétion souriante. Ses machines théâtrales sont habitées par des objets et des figures actionnés à découvert par des enchevêtrements de fils. En mélangeant des bois et des métaux, des cordes et des tissus, l’artiste produit des visions suivant les lois secrètes d’une dramaturgie picturale qui lui est personnelle et qui procède par affinité et correspondance, plutôt que par des liens logiques ou narratifs

2016 : Prix Les Masques du Théâtre Italien, Meilleure Scénographie Le Désert des Tartares
2020 : Prix de la National Theatre Critics Association, Meilleur Scénographe

Home 6

I sogni ci nutrono, progetto per le scuole di Padova e Rovigo, nell’ambito del bando Attivamente promosso da Fondazione Cariparo.

Il progetto prevede la realizzazione dello spettacolo Il frigorifero lirico seguito dal workshop con le classi “Alla scoperta dello straordinario”.

 

L'Atlante delle città 49

𝐌𝐞𝐫𝐜𝐨𝐥𝐞𝐝ì 𝟕 𝐟𝐞𝐛𝐛𝐫𝐚𝐢𝐨 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟓:𝟎𝟎, in occasione della conferenza stampa, verrà presentata la mostra 𝐑𝐮𝐠𝐠𝐢𝐧𝐢. 𝐅𝐢𝐠𝐮𝐫𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐝𝐚𝐧𝐳𝐚, con sculture di Antonio Panzuto, presso UAU Brescia. L’artista verrà intervistato dal dott. Paolo Sacchini, storico e critico d’arte, vicedirettore di Accademia di Belle Arti SantaGiulia e Coordinatore di Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’Arte.


NEWS


7-24 febbraio Rugini in mostra
23 febbraio Il Frigorifero Lirico,
Brescia

13 febbraio
Teatro del Parco Bissuola
Mestre (VE)

4 febbraio
Artificerie Almagià,
Ravenna

5 dicembre
Convitto Palmieri
Lecce

9 novembre
Auditorium Istituto Alcmeone
Crotone

5-6-7 novembre
Ex convento Agostiniani
Lecce

27-28-30-31 ottobre
Ridotto Teatro Verdi
Padova

10 ottobre
Teatro San Giorgio
Valle San Giorgio di Baone (PD)

9-10-11 giugno
Andersen Festival
Sestri Levante (GE)

2-3-4-5 maggio 2023
ore 10.00
Atelier Panzuto, Padova

14 aprile 2023
ore 18.00
Teatro Nuovo di Pisa

19 febbraio 2023
ore 16.00
Teatro a L'avogaria, Venezia
Teatro Comunale di Cormons (GO)

Home 3

PREMIO ASSOCIAZIONE NAZIONALE CRITICI DI TEATRO 2020

“Allo scenografo Antonio Panzuto,

artigiano e raffinato poeta della scena,

pittore, scultore artefice di drammaturgie pittoriche

create con materiali semplici


 

Monografia in uscita!


    Acquista ora la tua copia:
https://www.thescenographer.org/antonio-panzuto-scenografo/

    Guarda l’anteprima!